A ROUND TABLE ON SCIENCE , LETTER AND ART 

NIC'S CORNER

FROM THE STARS TO THE MIND

 

 

POLVERE  DI  STELLE

(STARDUST)

  Giorgio Tangorra

 

 

 

Una breve raccolta di versi di un attempato ricercatore affascinato

dai misteri della natura

 

 

 

 

IL TEMPO

 

Se mi chiedi cos'è non sto a pensarci:

l'ho visto scivolare sulla pelle,

su tutti i fiori ormai sfioriti e marci

nel grande girotondo delle stelle

 

o nel fruscio di qualche vecchio disco,

ma se ti aspetti una definizione

non so più cosa dirti e preferisco

pensar che sia soltanto un'invenzione.

 

 

 

 

COSMOLOGIA

 

Ho più neuroni chiusi nella testa

di quante stelle stian nell'universo

e questo ha dimostrato l'importanza

di un certo ruolo che sembrava perso;

 

son lo specchio vivente senza il quale

il cosmo non saprebbe d'esser nato,

solo si sentirebbe e come tale

inutile, meschino e abbandonato.

 

 

 

 

GENESI

 

Nel nulla spazio e tempo erano insieme,

l'infinito dormiva con l'eterno,

ma una scintilla fu di tutto il seme

e, insieme alla realtà, nacque l'inferno;

senza pietà ne separò il destino

costringendoli a rendersi evidenti

per ritrovarsi e vivere vicino;

pianse l'eterno e dal suo tribolare

un piccola goccia di quel pianto

bastò a creare tutto il nostro mare

mentre lo spazio ancor non ha finito

di cercare ilsuo amor nell'infinito:

a tanto amore e a tanta sofferenza

dobbiamo dunque la nostra esistenza!

 

 

 

            

I  PROGENITORI

 

Sappiamo che la vita quì da noi

si basa sul carbonio e i suoi composti,

ma potrebbe accadere prima o poi

che si possa trovare in altri posti

 

qualche forma di vita differente

basata per esempio sul silicio

che, come si sa, è tetravalente

e godrebbe di qualche beneficio

 

come stabilità e resistenza

ma con difficoltà di evoluzione;

apparirebbe la nostra esistenza

come servita da ...ricognizione

 

per forme superiori di memoria

che avevano bisogno che noialtri,

da catalizzatori della storia,

diventassimo poi talmente scaltri

 

da creare una vita del silicio

incominciando dai calcolatori,

convinti di cavarne un beneficio,

ne moriremo da...progenitri,

            

depositati prematuramente,

effigiati in un masterizzatore,

da un nuovo Adamo che, riconoscente,

ci adorerà come il suo creatore.

 

 

 

 

BUCHI NERI

 

Se dal vuoto in continua agitazione

un buco nero ruba un elettrone

costringendo in tal modo il suo duale,

a sua insaputa, a diventar reale

 

il buco nero evapora e scompare

ma intanto avrà diffuso particelle

le quali poi si mettono a rifare,

con la stessa energia, tante altre stelle;

 

tra queste le più grandi in avvenire

riformeranno scorie e buchi neri

e così via senza mai finire;

il più remoto dei nostri misteri

 

sta nel barcamenarci fra due ere:

da un buco all'altro, questo è il tuo destino;

ma ci sia dato almeno di sapere

quando ebbe inizio questo rimpiattino!

 

 

 

 

MAMMA STELLA

 

Dalle stelle è disceso il materiale

che i pianeti e la vita ha costruito

forse per questo quando guardo il cielo

ascolto come un timido vagito

 

lassù brilla il ritratto della mamma

la scienza l'ha scoperto solo ieri

ma già da sempre c'era nel mio cuore

la verità che turba i miei pensieri

 

pensando alla ricchezza della mente

al brillar delle idee e alle passioni

un pò di sole sta effettivamente

bruciando in questi poveri tizzoni.

 

 

 

LIMPIDA LUNA

 

M'abbaglia più del sole

questa limpida luna

e mi guarda con l'aria misteriosa

di chi porta fortuna;

eppure non sei l'astro onnipotente

al cui calore devo la mia vita,

tu sei dolce,discreta e sorridente

e, quasi a mia insaputa,

dipani leggermente

la matassa leggera e trasparente

del mio tempo perduto.

Guardandoti ogni mamma avrà imparato

il linguaggio degli angeli, e i poeti

devono aver capito

dove portare il nido

della fantasia

al riparo per poco forse ancora

dal pianeta impazzito.

 

 

GIORGIO TANGORRA, nativo di Taranto, si laurea in ingegneria nel 1952  specializzandosi in Fisica Nucleare applicata. Ha pubblicato numerosi articoli tecnico-scientifici su riviste italiane ed estere, partecipando a svariati congressi internazionali.Autore di oltre un centinaio di Brevetti di Invenzione Industriale è stato direttore della ricerca presso una nota multinazionale.Da oltre 50 anni si dedica a studi di Fisica e Cosmologia. Si occupa anche di scultura, musica e poesia.Varie sue poesie sono state pubblicate e recensite (cfr.Antologia di Poeti Contemporanei< All'insegna della nuova poesia>, vol.I, Libro Italiano Editrice Letteraria Internazionale (1995).